VIVERE CON LA PSORIASI

PSORIASI E LAVORO

La psoriasi può condizionare la vita lavorativa.

È spesso associata a depressione che comporta: stanchezza costante, perdita di interesse per l’attività lavorativa, scarso appetito, disturbi del sonno e mancanza di desiderio sessuale, condizioni che possono influenzare negativamente il lavoro, le relazioni sociali e la qualità della vita in generale.

Insieme alla psoriasi molte persone presentano inoltre i sintomi dell’artrite psoriasica, una condizione spesso associata ad affaticamento cronico e dolore articolare che può compromettere ulteriormente la partecipazione alla vita lavorativa.

Diversi studi hanno evidenziato discriminazioni sul posto di lavoro e molte persone hanno dichiarato che la scelta della propria carriera lavorativa è stata condizionata dalla psoriasi.

È stato rilevato un tasso di occupazione più basso per le persone colpite dalla psoriasi rispetto al resto della popolazione.

Spesso il dolore e il disagio causati dalla psoriasi e le frequenti visite mediche portano a doversi assentare dal posto di lavoro creando ulteriori problemi nei rapporti con colleghi e superiori.

Inoltre, il forte prurito provocato dalla psoriasi può causare distrazione e difficoltà a concentrarsi influenzando la produttività e la qualità del lavoro.

Parlare con superiori e colleghi della propria condizione informandoli sulla patologia potrebbe essere d’aiuto a combattere pregiudizi e preconcetti e a essere compresi e supportati creando un ambiente lavorativo meno ostile.

In ogni caso va tenuto presente che la psoriasi, essendo una malattia cronica, può essere motivo di riconoscimento di invalidità civile. Questo naturalmente dipende dal livello di gravità della patologia e dal grado di inabilità lavorativa che comporta. Lo stesso discorso vale per l’artrite psoriasica quando nei casi più gravi arrivi a limitare l’abilità motoria della persona. Possono venire riconosciuti gradi diversi di invalidità a seconda delle condizioni specifiche della persona con tipologie di agevolazioni diverse (Art. 2, legge n. 118/1971. Artt. 2 e 13, legge n. 118/1971.Artt. 2 e 12, legge n. 118/1971. Leggi n. 18/1980 e n. 508/1988).

Bibliografia

  • Fortune D. G. et al., “Psychological stress, distress and disability in patients with psoriasis: consensus and variation in the contribution of illness perceptions, coping and alexithymia”, British Journal of Clinical Psychology, 2002,  41(2), 157-174.
  • Gupta M. A., and Gupta A. K., “Depression and suicidal ideation in dermatology patients with acne, alopecia areata, atopic dermatitis and psoriasis”, British Journal of Dermatology, 1998, 139, 846-850.
  • Hayes J. and Koo J., “Psoriasis: depression, anxiety, smoking, and drinking habits”, Dermatologic therapy, 2010, 23(2), 174-180.
  • Schmitt J. and Ford D. E., “Understanding the relationship between objective disease severity, psoriatic symptoms, illness-related stress, health-related quality of life and depressive symptoms in patients with psoriasis—a structural equations modeling approach”, General hospital psychiatry, 2007,  29(2), 134-140.
  • Kent G.and  Keohane S., “Social anxiety and disfigurement: the moderating effects of fear of negative evaluation and past experience”, British Journal of Clinical Psychology, 2001, 40(1), 23-34.
  • Devrimci‐Ozguven H. et al., “The depression, anxiety, life satisfaction and affective expression levels in psoriasis patients”, Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology, 2000, 14(4), 267-271.
  • Weiss S. C. et al., “Quantifying the harmful effect of psoriasis on health-related quality of life”, Journal of the American Academy of Dermatology, 2002, 47(4), 512-518.
  • Leovigildo E. S. et al., “Stress level of people with psoriasis at a public hospital”, An Bras Dermatol.,  2016;91(4):446-54.

PUOI LEGGERE ANCHE

Tatuaggi sì o no?

Praticare sport

Gestire la psoriasi

Psoriasi a scuola

Come vestirsi

Mare e sole

Qualità del sonno

L’importanza dell’alimentazione

Falsi miti

Utilizziamo tecnologia cookie per rendere più agevole la navigazione sul nostro sito internet. Per saperne di più, vai a Privacy & Cookie Policy.

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close