PSORIASI PEDIATRICA: FATTORI DI RISCHIO

Alcuni fattori, pur non costituendo la causa diretta della psoriasi pediatrica, possono agire come attivatori della malattia innescando, in quei bambini geneticamente predisposti, il meccanismo patogenetico responsabile della comparsa delle lesioni cutanee. I fattori di rischio più comuni sono i seguenti.

TRAUMA MECCANICO

Le lesioni cutanee possono comparire in seguito a traumi (fenomeno di Koebner). Graffi, escoriazioni e sfregamenti cutanei ripetuti possono contribuire alla comparsa delle prime lesioni psoriasiche. Esempi di questi sono la psoriasi nell’area del pannolino e la psoriasi a livello del cuoio capelluto diffusa soprattutto nelle bambine a causa del ripetuto sfregamento mediante spazzole, pettini e fermagli per capelli.

INFEZIONI DEL CAVO ORO-FARINGEO

Le infezioni da streptococco soprattutto a carico del cavo oro-faringeo possono agire da attivatori della malattia scatenando in poche settimane una forma di psoriasi caratterizzata da piccole macchioline eritematose a forma di goccia (psoriasi guttata). La psoriasi pediatrica innescata da infezioni streptococciche può regredire fino a scomparire del tutto o evolvere in una psoriasi a placche.

FATTORI EMOTIVI

Gli stress emotivi, cronici o traumatici, possono alterare la funzionalità del sistema immunitario e dei fenomeni infiammatori ad esso connessi. Questo, nei bambini geneticamente predisposti alla psoriasi, può innescare il meccanismo patogenetico infiammatorio a carico dell’epidermide e la conseguente comparsa delle lesioni cutanee della psoriasi pediatrica.

OBESITÀ

Secondo alcuni studi, l’insorgenza della psoriasi pediatrica – come la psoriasi dell’adulto – potrebbe essere associata a obesità e anomalie metaboliche. In questi casi, la psoriasi sarebbe espressione di un quadro infiammatorio più generalizzato, associato a volte a sindrome metabolica e caratterizzato da: obesità, ipertrigliceridemia, ipertensione, insulino-resistenza.

FATTORI AMBIENTALI

Anche alcuni fattori ambientali possono funzionare da attivatori della malattia, fra questi quelli più noti sono:

  • l’esposizione al fumo di sigaretta
  • variazioni climatiche ed esposizioni solari inappropriate
  • alcuni farmaci.

Bibliografia

  • Bonifazi E., Garofalo L., Mazzotta F., “Psoriasi infantile: clinica, prognosi e terapia”, Pediatr Dermatol, 1989, 8 :10-18.
  • Busch A.L., Landau J.M., Moody M.N., “Pediatric psoriasis”, Skin Therapy Lett., 2012, 17(1): 5-7.
  • Caputo T.V., “Papulosquamous disease”. In: Schachner L.A., Hansen R.C. (eds), “Pediatric dermatology”, 2nd Ed. New York: Churchill Livingstone, 1995, 723-732.
  • Gelmetti C., Caputo R., “La psoriasi nei bambini”. In: Dubertret  L. (ed), “Psoriasi”, Ised, 1993, 248-260.
  • Ozden M.G. et al., “Environmental risk factors in pediatric psoriasis: a multicenter case-control study”, Pediatr Dermatol. 2011, 28(3): 306-12.
  • Turnbull R., “Recognising psoriasis in children”, Community Pract,  2012, 85(6): 39-40.
  • Gonzalez J. et al., “Systematic Review of Health-Related Quality of Life in Adolescents with Psoriasis”, Dermatology, 2016;232:541–549.
  • Guidolin L. et al., “Central Obesity in Children with Psoriasis”, Acta Derm Venereol., 2018; 98: XX–XX.
  • Prescott S. L. et al., “The skin microbiome: impact of modern environments on skin ecology, barrier integrity, and systemic immune programming”,  World Allergy Organization Journal, 2017, 10:29.
  • Randa H. et al., “Health-related Quality of Life in Children and Adolescents with Psoriasis: A Systematic Review and Meta-analysis”, Acta Derm Venereol., 2017; 97: 555–563.
  • Wynnis L. T. et al., “ Characterization of Lipoprotein Composition and Function in Pediatric Psoriasis Reveals a More Atherogenic Profile”, J Invest Dermatol.,  2016; 136(1): 67–73.

Utilizziamo tecnologia cookie per rendere più agevole la navigazione sul nostro sito internet. Per saperne di più, vai a Privacy & Cookie Policy.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi