Terapie: gestire la dermatite atopica

La dermatite atopica coinvolge fino al 20% dei bambini e la sua prevalenza è in continuo aumento. Un efficace controllo della malattia ha l’obiettivo di diminuire i sintomi e ridurre la frequenza delle recidive, che possono essere complicate da infezioni batteriche secondarie.1

Approcci terapeutici alla dermatite atopica

Nella dermatite atopica (DA), l’obiettivo del trattamento è quello di raggiungere e mantenere una condizione nella quale i sintomi sono assenti o lievi, senza che la persona avverta disagio, durante le attività quotidiane. Tuttavia, anche quando questo livello non viene raggiunto, l’obiettivo è quello di mantenere una condizione nella quale i sintomi sono lievi, senza rapide riacutizzazioni, che influenzino le attività quotidiane.2

Le strategie per il trattamento della dermatite atopica si basano principalmente su:2

È giusto ricordare che l’insorgenza della dermatite atopica si basa su una predisposizione genetica, quindi, ad oggi, non esiste un trattamento che possa curarla completamente.2

Poiché la dermatite atopica è una condizione cronica, chi ne soffre, o chi si occupa del paziente, dovrebbe essere in grado di riconoscerne i sintomi e avere una conoscenza sufficiente dei metodi di gestione di base:3

  • quali trattamenti topici utilizzare;
  • come evitare fattori specifici e non specifici che possono scatenare la malattia.

L’intervento educazionale e psicologico nel paziente (o in chi se ne occupa) gioca un ruolo importante nella gestione autonoma della dermatite atopica ed è utilizzato come intervento aggiuntivo alla terapia convenzionale.4

La terapia topica

La terapia topica rappresenta il pilastro del trattamento della dermatite atopica e include:4

emollienti/idratanti

agenti antiinfiammatori topici

agenti antisettici/antimicrobici

Emollienti/idratanti

Gli emollienti sono molto utili nelle persone con dermatite atopica e, di solito, contengono un:3

La terapia emolliente è il perno della gestione della dermatite atopica in tutti i gruppi di età e a tutti gli stadi della malattia, perché migliora la funzione di barriera dell’epidermide e la secchezza, favorendo una riduzione del prurito. La sua applicazione porta a diminuire l’utilizzo dei corticosteroidi topici.4

Gli emollienti sono presenti sul mercato come unguenti, creme, lozioni, gel e spray4 e sono, generalmente, sicuri,4 anche se è opportuno ricordare che il loro utilizzo, sulla pelle infiammata, è poco tollerato ed è, quindi, preferibile trattare prima la recidiva.3

Agenti antiinfiammatori topici (corticosteroidi)

I corticosteroidi topici rappresentano la prima linea di agenti antinfiammatori per la dermatite atopica, sia nei bambini che negli adulti, e dovrebbero essere usati per trattare le recidive.4

Inibitori topici della calcineurina

Gli inibitori topici della calcineurina, quali il tacrolimus e il pimecrolimus, sono agenti immunomodulatori non steroidei e possono essere considerati per il trattamento delle recidive.4

Agenti antisettici/antimicrobici

L’utilizzo routinario di agenti antimicrobici (sia topici che per via sistemica) non è consigliato, a meno che non vi sia un’infezione.4 Gli antisettici (clorexidina, permanganato di potassio) possono essere usati come terapia aggiuntiva, per diminuire la carica batterica in persone con dermatite atopica che presentano infezioni ricorrenti.4

La terapia per via sistemica

La terapia per via sistemica, da assumere per via orale o mediante iniezioni, include trattamenti:4

  • aggiuntivi, quali antistaminici e antibiotici sistemici;
  • specifici per la dermatite atopica, quali agenti immunomodulatori.

I trattamenti specifici per via sistemica dovrebbero essere usati solo in casi severi di dermatite atopica, nei quali, cioè, altre opzioni sono risultate fallimentari o non appropriate, e laddove la dermatite atopica ha avuto un significativo impatto sulla qualità di vita.4

La fototerapia rappresenta una valida alternativa, nei casi in cui gli approcci non farmacologici e topici hanno fallito.5

Infine, è importante sottolineare che esiste un crescente interesse per la medicina complementare e alternativa (Complementary and Alternative Medicine, CAM).6

È sempre opportuno ricordare, tuttavia, che, per qualunque necessità di chiarimento, o approfondimento, relativamente alle terapie previste per la dermatite atopica, è sempre consigliabile rivolgersi al proprio Dermatologo per una consulenza professionale e personalizzata.

Bibliografia
  1. Hashim, P. W., Chen, T., Hebert, A. A. & Kircik, L. H. Topical Treatment for the Management of Atopic Dermatitis. J Drugs Dermatol 18, s112–s116 (2019).
  2. Katoh, N. et al. Clinical practice guidelines for the management of atopic dermatitis 2018. J. Dermatol. 46, 1053–1101 (2019).
  3. Wollenberg, A. et al. Consensus-based European guidelines for treatment of atopic eczema (atopic dermatitis) in adults and children: part I. J Eur Acad Dermatol Venereol 32, 657–682 (2018).
  4. Azizan, N. et al. Management of Atopic Eczema in primary care. Malays Fam Physician 15, 39–43 (2020).
  5. Patrizi, A., Raone, B. & Ravaioli, G. M. Management of atopic dermatitis: safety and efficacy of phototherapy. Clin Cosmet Investig Dermatol 8, 511–520 (2015).
  6. Lu, C. et al. Complementary and alternative medicine for treatment of atopic eczema in children under 14 years old: a systematic review and meta-analysis of randomized controlled trials. BMC Complementary and Alternative Medicine 18, (2018).

Articoli correlati

Terapie: gestire la dermatite atopica