Farmaci biologici per psoriasi

I farmaci biologici rappresentano una strategia terapeutica innovativa per i pazienti con psoriasi moderata-severa. Rivolgiti al tuo dermatologo per avere tutte le informazioni utili per la gestione della psoriasi con i farmaci biologici.

PSORIASI E FARMACI BIOLOGICI

I farmaci biologici sono indicati per il trattamento sistemico della psoriasi moderata-severa, in pazienti che non hanno risposto in modo soddisfacente o che presentano controindicazioni o intolleranza ai trattamenti topici e sistemici convenzionali. Per questo motivo sono considerati un trattamento di seconda linea.

I farmaci biologici devono il loro nome al fatto di contenere come principio attivo responsabile dell’azione terapeutica non una molecola di sintesi chimica (come i farmaci convenzionali), ma una proteina (molto spesso un anticorpo) e di essere ottenuti attraverso tecniche biotecnologiche.

A prescindere dalle peculiarità d’azione, tutti i farmaci biologici attualmente impiegati contro la psoriasi e l’artrite psoriasica sono indirizzati a colpire molecole coinvolte nel processo infiammatorio. A differenza di altri farmaci sistemici, i medicinali biologici devono essere somministrati con iniezioni, perché se venissero assunti per bocca, le proteine che li compongono sarebbero distrutte durante il passaggio nello stomaco, diventando inefficaci.

I vantaggi dei farmaci biologici

L’introduzione dei farmaci biologici ha rivoluzionato l’approccio a molte malattie infiammatorie e immuno-mediate, estendendo le opzioni terapeutiche per i pazienti affetti da psoriasi moderata-severa e artrite psoriasica che non riuscivano a trarre adeguato giovamento o non tolleravano i trattamenti sistemici convenzionali.

Dopo oltre dieci anni dalla loro approvazione per il trattamento della psoriasi, i farmaci biologici continuano a dimostrare una buona efficacia nel controllo della malattia, sia nell’immediato sia nel lungo periodo.

L’esperienza clinica su migliaia di pazienti ha evidenziato che i farmaci biologici sono generalmente ben tollerati e associati a un minor rischio di effetti collaterali rispetto ad altri trattamenti sistemici destinati ai pazienti con psoriasi moderata-severa e artrite psoriasica. Questa maggiore tollerabilità è legata al fatto che i farmaci biologici agiscono in modo più specifico, su target molecolari ben precisi (terapie mirate).

I farmaci biologici sembrano avere una maggiore efficacia non soltanto nel controllo delle manifestazioni cutanee, ma anche sul fronte della riduzione delle comorbilità che spesso si accompagnano alla psoriasi.

È importante ricordare che gli agenti biologici non sono indicati per tutti i pazienti affetti da psoriasi, ma devono essere presenti determinate condizioni di gravità di malattia e l’impossibilità di assumere terapie tradizionali. I farmaci biologici, inoltre, devono essere prescritti da specialisti esperti nella cura della psoriasi moderata-severa e/o dell’artrite psoriasica.

Bibliografia
  1. Naldi, L. et al. “Gestione clinica della Psoriasi per il medico di medicina generale e lo specialista ambulatoriale.” Pacini Editore, 2016.
  2. Gisondi, P. et al. “Italian guidelines on the systemic treatments of moderate-to-severe plaque psoriasis.” JEADV 2017;31:774-790
  3. Nast, A., et al. “European S3-Guidelines on the systemic treatment of psoriasis vulgaris–Update 2015–Short version–EDF in cooperation with EADV and IPC.” J Eur Acad Dermatol Venereol 2015;29:2277-2294.
  4. National Institute of Clinical Excellence – NICE. “Psoriasis: Assessment and Management.” 2012; (www.nice.org.uk/guidance/cg153). Accesso Novembre 2019
  5. Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA). “Secondo Position Paper AIFA sui Farmaci Biosimilari”, 2018. (http://www.agenziafarmaco.gov.it/content/secondo-position-paper-aifa-sui-farmaci-biosimilari)
  6. Rønholt, K., Iversen, L., “Old and New Biological Therapies for Psoriasis.” Int J Mol Sci. 2017 Nov; 18(11):2297.

Articoli correlati

Farmaci biologici